Il Mondo della Fascia

SCUOLA DI INTEGRAZIONE FASCIALE- EDIZIONE 2019

30 CREDITI E.C.M.

Manovre sulla struttura miofasciale

Un compendio completo di interventi professionali sulla muscolatura sulla postura e sulla persona.

Inizio del corso

26 – 27 Gennaio 2019

11 seminari di 2 giorni ciascuno da Sabato a Domenica

Orari

Sabato  9,30 – 18,00
Domenica 9,30 – 17,30

Costo

Iscrizioni entro il 22 Ottobre 2018  € 1.850,00

Iscrizioni dopo il 22 Ottobre 2018  € 1.950,00 

Accreditamenti E.C.M.

La formazione è accreditata E.C.M. con 30 crediti formativi per l’anno 2019 (250€)

Visualizza il provider. Visualizza specifiche accreditamento e.c.m.

Docenti

Dott. Marco Montanari, ideatore dell’Integrazione Fasciale, direttore del corso e referente didattico. Psicologo psicoterapeuta specializzato in psicoterapia ad indirizzo fenomenologico esistenziale e gestaltico. Da molti anni si dedica alla terapia corporea, ha maturato un metodo di rilascio fasciale che va dall’Integrazione Posturale di Jack Painter ai più importanti metodi di intervento corporeo come il Rolfing, la Bioenergetica, l’approccio fenomenologico esistenziale, la terapia della Gestalt e il Craniosacrale. Si dedica attualmente allo sviluppo e all’insegnamento dell’integrazione fasciale in Italia e all’estero.

Dott. Gianpietro Carlet: Docente di Integrazione Fasciale strutturale. Fisioterapista, formato con Raffaele Cascone in Integrazione Neuro posturale Sistemica ( Istituto Associato Ricerca e Formazione Sistemica-IARFS) Systemic Reserarch and Training Instituttes. Formato in fisioterapia a Boston, con Erik Dalton, Mioskeletal Therapy, e in integrazione fasciale.

Dott. Remo Giovannini: Docente di Integrazione Fasciale Strutturale. Ingegnere biomedico, osteopata e massofisioterapista, in oltre trent’anni di attività si è occupato di numerose discipline corporee insieme a prestigiosi maestri, tra queste: Osteopatia con Christian Defrance de Tersant, Claude Altieri e Alain Gehin, Integrazione strutturale con Thomas Myers, James Earls (Anatomy Trains), Jim Asher, Art Riggs e Michael Stanborough, Integrazione Miofasciale con Andrzej Pilat, Integrazione Fasciale con Marco Montanari, Terapia Osteopatica Posturale (TOP) con Philippe Cajazzo, Kinesiologia Applicata con Maurizio Piva e Manuel Ramirez Garçia, Shiatzu con Ohashi, Tecniche di Energia Muscolare (MET) con Tom Ocker. Ha contribuito alla fondazione dell’Accademia Italiana di Terapia Osteopatica Posturale (AITOP) ed è attualmente impegnato nell’attività privata, studio ed insegnamento di Integrazione Strutturale e Fasciale. Nella sua attività utilizza varie metodiche, in particolare Osteopatia, Integrazione Strutturale e Miofasciale con particolare rilievo alla valutazione e trattamento posturale d’interesse sportivo e agli aspetti preventivi ed evolutivi in ambito pediatrico.

Dott.ssa Adriana Poliseno: Docente di Integrazione Fasciale caratteriale e del comportamento energetico e posturale in chiave bio-neuro-psico-fisiologico. Dottoressa in Scienze e Tecniche Psicologiche – Fondatrice della Bioenergetica Integrata ® – Creatrice e formatrice del metodo Estetica Bio-Energetica e Morfologica® – Operatrice corporea ad indirizzo psico corporeo bioenergetico – Counsellor professionale a mediazione corporea con metodo “Focusing” – Conduttrice di Classi di Esercizi di Bioenergetica – Operatrice di Integrazione Fasciale ad indirizzo bioenergetico.

Dott. Franziskus Vendrame: Docente in posturologia. Chinesiologo professionista legge 4/2013 UNC n° 2671 , dottore in scienze motorie. Laurea in pedagogia psicomotoria speciale. Master Universitario in Posturologia. Docente al corso di formazione superiore in posturologia Postural Equipe Academy. Socio dell’unione nazionale chinesiologi – unc. Socio benemerito del gruppo di studio della scoliosi e delle patologie vertebrali – gss. Docente del Taping Neuromuscolare Institute TNM Institute. Operatore e docente in integrazione fasciale

Dott.ssa Nicoletta Travaini: Docente di psicosomatica ed esercizi caratteriali. Psicoterapeuta, Formatrice, Autrice, Socio SiPNEI; Specialista in Psicosomatica; CTU; Founder “Ipersensibili-HSP Milano”. Ricerca, Clinica e Coaching Highly Sensitive Persons (HSP, Persone Altamente Sensibili, PAS)   Ospedale San Carlo Borromeo. E’ stata Direttore Scientifico della rivista Psicologia Donna ed è consulente di diverse riviste di salute e benessere oltre ad aver pubblicato vari articoli divulgativi. Dal 2003 è docente e formatrice presso strutture pubbliche e private, sia in ambito sanitario che organizzativo. Ha fondato lo studio Psiche Soma Relazione a Busto Arsizio (VA) e lavora anche presso il Centro medico Majno di Milano.

Dott. Luciano Marchino: Docente di lettura dinamica del corpo. Psicologo e psicoterapeuta. Ha fondato e dirige l’Istituto di Psicologia Somatorelazionale di Milano. È stato docente di Psicologia clinica presso l’Università di Milano-Bicocca, ultimo corso nell’ottobre 2017. Formato in Analisi Bioenergetica, disciplina di cui ha promosso e diretto la prima formazione IIBA a Milano (dal 1980 al 1986), di cui è stato supervisore e trainer e ha diretto l’ultima formazione nel 2005. Formato in Vegetoterapia carattero analitica (terapia bioenergetica) con Jules Grossman (1978/81), corso riconosciuto dalla San Francisco State University. Malcolm e Katherine Brown, fondatori della Psicoterapia Organismica ( 1980/90). Nel corso degli anni ha pubblicato due monografie dedicate ai suoi maestri Lowen e Reich, La Bioenergetica (1995), con Monique Mizrahil Il corpo non mente (2004-2011), Counseling (2012),La forza e la grazia (2012). Risvegliare l’energia (2015), il suo ultimo libro è dedicato a evidenziare le analogie tra la pratica bioenergetica (esercizi bioenergetici) e alcuni paradigmi di ricerca spirituale.

Riccardo Cassiani Ingoni, PhD:Docente in tecniche di tremore neurogeno. Consegue la laurea cum laude in Scienze Biologiche e poi il titolo di Dottore in Neurofisiologia. Per molti anni lavora come ricercatore indipendente presso il National Institutes of Health, il centro statunitense di ricerca biomedica più avanzato, dove si occupava prevalentemente di progetti di ricerca clinica nell’ambito delle malattie neurodegenerative e nelle sindromi da stress. In seguito lavora nel progetto NeuroLab del Comitato Olimpico Nazionale Italiano e poi presso il Centro di Medicina Rigenerativa di Barcellona. Frequenta numerosi corsi di formazione nel campo del trattamento delle patologie neurodegenerative con metodiche di medicina integrata, di riflessoterapia, di kinesiologia applicata, e di biofeedback. Per meriti scientifici ricevute il premio Integrative Neural Immune Award nel 2003, conferito dal centro di salute mentale statunitense, mentre nel 2006 riceve il Premio ‘Mangrella in Neuroscienze’ bandito dal Consiglio Nazionale delle Ricerche. Dal 2007 conduce laboratori pratici e docenze sul biofeedback e sul tremore neurogeno in numerose scuole europee di formazione in tecniche corporee e osteopatiche.

Dove

Il corso si svolgerà presso il Centro di Psicosintesi in via San Gervasio, 4 – 40121 Bologna

Telefono   (+39) 3471037028

E-mail: info@integrazionefasciale.it

Formazione riconosciuta e assicurata con A.S.I. DBN-DOS

logo_assi_completo

Appuntamenti del corso per l’anno di frequenza 2019

DataLuogoTemi trattati
26- 27 GENNAIO 20191- Bologna – Via San Gervasio, 4Panoramica linee e segmenti – linea posteriore
16-17 FEBBRAIO 20192- Bologna – Via San Gervasio, 4 Caratteriotipo schizoide – Linea posteriore
09-10 MARZO 20193- Bologna – Via San Gervasio, 4 Linea anteriore
06-07 APRILE 20194- Bologna – Via San Gervasio, 4Caratteriotipo orale
11-12 MAGGIO 2019

5- Bologna – Via San Gervasio, 4Linea laterale
31 MAG. 01-02 GIUGNO 20196- Bologna – Via San Gervasio, 4Caratteriotipo dominante – linea profonda
29-30 GIUGNO 20197- Bologna – Via San Gervasio, 4Caratteriotipo dominante – linea profonda
14-15 SETTEMBRE 20198- Bologna – Via San Gervasio, 4TNM (Taping Neuro Muscolare) – Linea spirale
28-29 SETTEMBRE 20199- Bologna – Via San Gervasio, 4Tecniche ed esercizi sulle dinamiche caratteriali con Rubens Kignel
25-26-27 OTTOBRE 201910- Bologna – Via San Gervasio, 4Caratteriotipo masochista
23-24 NOVEMBRE 201911- Bologna – Via San Gervasio, 4Caratteriotipo rigido- linee delle braccia

Appuntamenti del corso per l’anno di frequenza 2018 (ANCORA IN CORSO)

DataLuogoTemi trattati
1) 27- 28 GENNAIO 2018Bologna – Via San Gervasio, 4Panoramica linee e segmenti – linea posteriore
2) 17-18 FEBBRAIO 2018Bologna – Via San Gervasio, 4 Caratteriotipo schizoide – Linea posteriore
3) 10-11 MARZO 2018Bologna – Via San Gervasio, 4 Linea anteriore
4) 14-15 APRILE 2018Bologna – Via San Gervasio, 4Caratteriotipo orale
5) 12-13 MAGGIO 2018

Bologna – Via San Gervasio, 4Linea laterale
6) 9-10 GIUGNO 2018Bologna – Via San Gervasio, 4Caratteriotipo aggressivo – Linea spirale
7) 8-9 SETTEMBRE 2018Bologna – Via San Gervasio, 4Caratteriotipo aggressivo – linea profonda
8) 29-30 SETTEMBRE 2018Bologna – Via San Gervasio, 4tecniche di tremore neurogeno – Caratteriotipo masochista
9) 27-28 OTTOBRE 2018Bologna – Via San Gervasio, 4Esperienze di lettura dinamica del corpo nei caratteriotipi
10) 17-18 NOVEMBRE 2018Bologna – Via San Gervasio, 4Caratteriotipo masochista – linea profonda
11) 1-2 DICEMBRE 2018Bologna – Via San Gervasio, 4Caratteriotipo rigido – linee delle braccia

Diventa Operatore Fasciale, partecipa al corso di formazione annuale

Partecipa alla giornata introduttiva prima di iscriverti alla formazione annuale…

La Scuola di Integrazione Fasciale

Come agire sul benessere trasformando un disagio fisico, un disequilibrio posturale o un’attitudine personale ottenendo un cambiamento profondo e duraturo?

La formazione di Integrazione Fasciale è un compendio completo di interventi professionali sulla muscolatura  Le manovre operano sul connettivo e generano un cambiamento dei tessuti e della forma, si estendono su tutto il tessuto connettivo; esso oltre a costituire la base dei muscoli e delle fibre unisce, senza soluzione di continuità, ogni parte dell’anatomia e connette il sistema muscolare a quello scheletrico, nervoso, endocrino, circolatorio, respiratorio, immunitario. Ogni lavoro sulla fascia attiva direttamente tutte queste aree fondamentali e correlate dell’essere umano. Si considerano le relazioni tra le azioni fisiche e quelle emotive e mentali in una visione d’insieme degli schemi strutturali della persona.

A chi è rivolta la formazione?

È possibile utilizzare l’efficacia delle tecniche 
fasciali come complemento in molti ambiti che spaziano dalla
 clinica sanitaria alla cura delle problematiche fisiche specifiche, al fitness, alla psicoterapia, alle discipline bio-naturali e del 
movimento.

La formazione è rivolta a osteopati, fisioterapisti, medici,
 operatori del benessere e fitness, psicoterapeuti e counselors, operatori delle discipline bio-naturali come cranio sacrale, shiatsu, insegnanti di Yoga, danza, Pilates, studenti di scienze motorie, e esperti del movimento riabilitativo.


La formazione è frutto di un’assodata esperienza che racchiude una pratica pluriennale sull’analisi di casi, ricerche, elaborazione di testi e filmati, e sulle collaborazioni internazionali con professionisti e autori delle più importanti scoperte riportate nei Fascia Research Congress internazionali.

Scopi e obiettivi della formazione

Lo scopo principale della formazione è quello di lavorare sugli aspetti importanti che mantengono le restrizioni muscolari, ( anche impatti ambientali e sistemi di credenze), e tutto ciò che agisce come impedimento alla libertà del nostro corpo e al nostro benessere. Agire e risolvere queste problematiche permette di riportare definitivamente il corpo alla sua originaria fluidità. Per questo una particolare enfasi viene data all’uso del respiro e a tecniche fasciali specifiche che favoriscono l’attivazione volontaria e involontaria della muscolatura.

Viene svolto un lavoro focalizzato sul tessuto connettivo rispettando i vissuti emergenti durante i trattamenti. La formazione degli operatori si specializzerà anche sulle abilità necessarie, con particolari tecniche, per accompagnare la persona durante le manovre espressive.

Ogni allievo acquisisce nel percorso un vocabolario e di tecniche, un modello di intervento direttamente applicabile: un utile complemento fondamentale per ogni disciplina e pratica del lavoro corporeo.

I passaggi più importanti degli aspetti formativi della scuola di integrazione fasciale professionale

  • Aspetto formativo I

    Fondata sulla trasmissione delle manovre tecniche per agire sulla muscolatura: manipolazioni fasciali specifiche che vengono anche dalle tecniche di Rolfing e basi applicative che si concretizzano in tecniche che vengono dalle più importanti scuole di lavoro sul connettivo.

  • Aspetto formativo II

    Comprende lo studio delle catene muscolari dei meridiani che vanno dal cranio alla pianta del piede dalle più recenti scoperte del libro “Meridiani Miofasciali” di Thomas Myers. Le “mappe” dei meridiani sono un tracciato utile e completo utilizzato per la valutazione posturale e distribuire e dissipare le forze tensive.

  • Aspetto formativo III

    Comprende nello specifico l’esame posturale, la valutazione delle linee e degli squilibri dei segmenti, l’individuazione delle asimmetrie e degli sbilanciamenti oltre alla valutazione delle forme del corpo. lo studio posturale è affiancato da misurazioni specifiche con pedane stabilometriche, test, rilevazioni fotografiche, e individuazioni di modificazioni oggettive.

  • Aspetto formativo IV

    Si applicano pratiche di attivazione neurovegetativa attraverso respirazione e movimento. Questo modulo è sia un riscaldamento della fascia prima durante e dopo una sessione che un insieme di tecniche che agiscono in profondità sulle corazze. Tali manovre si inoltrano nelle zone più interne del corpo come cuore e bacino e aumentano sia la consapevolezza corporea che l’espressività, sono inoltre utili chiavi di accesso ai contenuti emotivi che favoriscono benessere e vitalità.

  • Aspetto formativo V

    Si lavora sui modelli scientifici della Medicina Psicosomatica, della teoria polivagale, della PNEI, per stimolare nell’individuo la coscienza dello schema corporeo e l’abbandono degli adattamenti disfunzionali. Si utilizzano manovre per favorire il tremore e l’oscillazione dei tessuti, e tecniche che favoriscono l’espressione delle forze attraverso le linee fasciali.

Qualità della formazione

A) I seminari sono prevalentemente pratici ed esperienziali. Gli allievi sono seguiti direttamente da tutor nella pratica delle manovre. Ogni sessione è sempre illustrata e monitorata. Le lezioni si svolgono con il supporto di strumenti multimediali, modelli anatomici e dimostrazioni dal vivo.


B) Vengono consegnate dispense con riassunti delle lezioni, foto delle manovre, squilibri posturali e sezioni anatomiche di riferimento. Appunti e video delle lezioni sono disponibili online in aree private. Vengono assegnati homework e condivise supervisioni dell’esperienza di gruppo.

C) La formazione offre ampie casistiche di problematiche e disfunzioni come riferimenti pratici del lavoro sul campo.

D) Viene rilasciato un a fine anno ed è possibile ricevere un attestato che include l’operatore in un albo specifico e professionale incluso nel registro dalla legge ministeriale 4/2013.

E) Nella fase finale della formazione tutti i moduli vengono messi insieme affinché l’operatore sia in grado praticare un piano di trattamento completo. l’allievo è monitorato nella valutazione iniziale e finale del lavoro svolto. Il corso diventa così un arricchimento professionale e un vero percorso personale con frutti immediati nell’applicazione lavorativa.

A termine percorso è possibile entrare, dopo una formazione aggiuntiva, nell’albo professionale che si trova nel sito www.integrazioneprofessionale.it. È possibile acquisire quindi il titolo di Operatore Fasciale Professionale valido nel rispetto degli art. 4, 7, 8 della legge n.4 /2013, (iscrizione al M.I.S.E., Ministero dello Sviluppo Economico) e dei requisiti di appartenenza all’Associazione. È possibile ricevere l’Attestato rilasciato dall’Associazione Professionale Operatori di Integrazione Fasciale in quanto Associazione Professionale di cui all’art.2 comma 7 della legge n.4 /2013 recante “Disposizioni in materia di professioni non organizzate in Ordini e Collegi”.

Qui sotto alcuni commenti riportati da alcuni allievi del master al termine degli incontri

Ottimo come integrazione, presentazioni chiare ed esaurienti, credo che le capacità pratiche migliorino soprattutto con l’esperienza, è buono l’alto contenuto di pratica in questo corso, ma la pratica personale è di gran lunga più importante a tal fine.

M.B.LAUREATO IN MEDICINA E CHIRURGIA

Molto interessante, una materia ed un approccio nuovo. Le presentazioni son o chiare con una adeguata dimostrazione pratica. Sicuramente è migliorato il mio modo di interagire con la persona, un approccio più sicuro anche a livello di percezione puramente tattile. Credo di essere migliorato.

B.M.LAUREATO IN SCENZE MOTORIE

Più di quello che mi ero immaginata, si è spostato il mio limite che mi ero data sulle possibilità di intervento. Mi sento più in grado di affrontare il disagio ed il dolore, perché ho affrontato molto di questo su di me sia praticando che ricevendo.

S.C.OPERATRICE SCHIATSU

Ho imparato tecniche nuove e ne ho acquisite altre con maggiore consapevolezza in ciò che conoscevo già.

N.G.KINESIOLOGA TRANSAZIONALE

Sono migliorato nalla valutazione posturale ed ho una migliore comprensione della relazione postura/fascia e tensioni relative.

R.G.OSTEOPATA POSTURALE

Le mie capacità pratiche durante i week end sono progredite e credo sia fondamentale la pratica tra un seminario e l’altro per armonizzare bene le manovre sulla fascia.

P.C.FISIOTERAPISTA

Diventa Operatore Fasciale

Diventa Operatore Fasciale, partecipa al corso di formazione annuale

Non sei ancora convinto?

Partecipa alla Giornata Introduttiva di Formazione in Integrazione Fasciale, verranno introdotte le prime manovre del lavoro fasciale direttamente sul corpo e gli scambi verranno eseguiti tra i partecipanti.

La giornata è suddivisa in sezioni prevalentemente pratiche ed esperienziali, vedi il programma della giornata oppure procedi con l’iscrizione online a questa interessante esperienza introduttiva al Mondo della Fascia.

Partecipa alla giornata introduttiva prima di iscriverti alla formazione annuale…

Pin It on Pinterest