Integrazione Fasciale sugli addominali obliqui

Addominali obliqui

è il luogo privilegiato del vissuto emotivo, il luogo di trattenimento e protezione. Il lavoro deve essere dolce.

La cresta iliaca è una zona di frequente restrizione fasciale, le restrizioni possono essere causate dai vestiti o dal tessuto adiposo. Si crea un accumulo di fascia e di tessuto adiposo, per questo può essere necessario trattare la zona diverse volte ed in trattamenti diverse.

Gli obliqui non si trovano sullo stesso piano fasciale, ma agiscono sulla stessa linea della cresta illiaca e del tensore fascia lata.

Trattamento

Il riscaldamento energetico è di fondamentale importanza durante ogni trattamento fasciale, pertanto l’operatore scalderà gli obliqui portando il respiro in quiete, carica e scarica nella zona da trattare. Poi la manipolazione delle fasce ha inizio: l’operatore ripulisce la cresta iliaca a lisca di pesce. Con la punta delle dita lavora prima sull’arco esterno della cresta iliaca (che è l’inserzione dell’obliquo esterno), e sul bordo superiore (che è l’inserzione dell’obliquo interno) poi sull’arco interno (che è l’inserzione del trasverso).

La pulizia della cresta iliaca con un tilt anteriore delle pelvi può essere fatto con l’ulna quando l’operatore si siede dietro al partner e invita la fascia a scivolare lungo il bordo da davanti a dietro, posteriormente fino all’inserzione con il sacro. Si possono usare punti fissi lungo questo percorso.

L’intensione nel lavoro sugli obliqui è quella di creare spazio tra l’anca e le coste. Non si vuole spingere verso il basso o verso la colonna.